Siate sinceri, appena l’avete letto il vostro cervello ha formulato 3 idee chiave: droga, prostitute, perdizione. Un ragazzo di 27 anni, in compagnia di un amico… Chissà quali segreti si starà portando appresso ora che è tornato!!!

Vi sbagliate di grosso. Se questo è stato il vostro primo pensiero la colpa è da attribuire al diffuso bigottismo del nostro paese, alle ingerenze del Vaticano nelle nostre questioni politiche… Ma queste sono cose che già sapete, non c’è bisogno che stia qui io ad illuminarvi!

Proseguiamo con ordine.  3 giorni pieni in una delle città più famose del mondo, Amsterdam. Partenza giovedì e ritorno domenica, insomma uno spring break dalle fatiche lavorative.
“Non ci credo che vai lì e non hai intenzione di andare nei coffee shop o nel Red Light District“. Nessuno ha detto questo, qualche tappa nei coffee shop ovviamente l’ho fatta e anche qualche giro nel distretto a luci rosse, a curiosare le vetrine ma senza avvalermi i servigi delle signorine.

Il fatto è che c’è molto, molto di più. Avendo percorso quasi 60 km a piedi vagando per vicoli e ponti e canali posso garantirvi che non è tutto nel “peccato” il fascino della città, ma nella sua storia, nel suo popolo.

amsterdam panorama

tulipani amsterdam

In ogni angolo di città sono rimasti segni indelebili dell’ antica potenza olandese, architetture e costruzioni moderne si mescolano agli imponenti palazzi di un tempo, senza per questo rovinare la bellezza e l’armonia del luogo.
I luoghi di importanza storica e culturale abbondano, basta mettere piede nella celebre Piazza Dam per avere la scelta tra visitare il Palazzo reale, Niewe Kerk o il museo elle cere di madame Tiussaude, senza però dimenticare almeno una foto al monumento ai caduti della II guerra mondiale.
Una nota negativa però c’è, e consiste nel fatto che nella stessa piazza sia stato installato un mini luna park, con ruota panoramica e giostre varie, che sinceramente non ho trovato di grande gusto vista la musica ad alto volume e il fatto che ostacola anche la vista generale… Ma chi ha dato le concessioni avrà sicuramente avuto i suoi validi motivi.

C’è una una lunga lista di posti imperdibili da visitare, alcuni dei quali non possono che essere il Van Gogh museum, la casa-museo di Anna Frank, il Rijksmuseum, Vondelpark, che sono tra i più famosi e per alcuni dei quali vi consiglio di prenotare il biglietto d’ingresso prima di partire per evitare ore di coda (magari sotto la pioggia) che potrebbero compromettere la visita! Se poi troverete il tempo, esistono anche l’ Amsterdam dungeon che vi farà vivere l’esperienza della prigionia nei secoli scorsi, la mostra Body Worlds (solo se non siete troppo sensibili ai cadaveri), l’Heineken experience con la sua pausa birretta a fine tour e,ultimi ma non per questo meno importanti, il museo della prostituzione e quello dedicato alla marijuana.

beer amsterdam

Body World's

In entrambi troverete curiosità e dettagli sconosciuti sulle caratteristiche per cui oramai Amsterdam è famosa ovunque, e non rimarrete delusi da un singolo minuto passato nelle visite!

Detto questo, non resta che prenotare il volo e l’albergo (a questo prestate particolare attenzione e cercate di non risparmiare troppo se non volete spiacevoli sorprese) e godervi la meraviglia della città!

panorama amsterdam

fiori

Autore

Con un nome che è tutto un programma, non potevo che essere la "mosca bianca" nel team di Gowoman. Il mondo mi conosce come Giansy (troppo tempo perso a pronunciare il nome completo), Milanese Doc e fiero appartenente alla classe operaia. Diplomato in elettrotecnica e automazione ma totalmente inadatto al lavoro d'ufficio, lavoro come tecnico di carrelli elevatori nelle campagne a sud di Milano. Appassionato di film, libri e serie TV prevalentemente fantasy,fantasciantifiche, thriller e d'azione, sono innamorato degli sport motoristici pur senza praticarli. Mi diletto invece nelle arti marziali,in particolare nella muay thai, ma questo potreste averlo già sospettato dalla mia foto! Mi piace anche scrivere, ma non avrei mai pensato di entrare a far parte del team di un blog... La mia natura mi spinge a vivere questa nuova esperienza con ottimità e positivismo!!

Scrivi un commento