Se il buongiorno si vede dal mattino allora sarà una bella giornata. A volte però non basta affidarsi ai proverbi per iniziarla nei migliori dei modi.

Il risveglio rappresenta uno dei momenti più critici della giornata ed è quindi importante iniziarla con un sorriso, cercando di tirare fuori il meglio dalla giornata per sentirsi in forma. Basta prendersi i giusti tempi, seguire un consiglio alla volta e cambiare prospettiva. Anche se diciamoci la verità, non è sempre facile partire con il piede giusto e fare il carico di energia fin dalle prime ore del mattino.

Ecco come iniziare bene la giornata per superare al meglio lo stress, l’inerzia mattutina e vivere al meglio.

  • Inizia la giornata con un sorriso! 
  • Fai movimento!  Fare qualche esercizio la mattina aiuta a svegliarsi. Bastano 5 minuti di yoga o qualche semplice esercizio per risvegliare i muscoli e la mente.
  • Non dimenticare di respirare soprattutto se hai i minuti contati. Respirare in modo superficiale e velocemente aumenta lo stato di ansia e preoccupazione. Ricordati di inspirare profondamente gonfiando bene il torace ed espira tutta l’aria.
  • Fai il pieno di energia con una ricca e sana colazione per iniziare la giornata con la giusta carica. La colazione è infatti il  pasto più importante. Non esiste una colazione tipo, ma ci sono comunque dei principi generali che è consigliabile seguire. Non possono mancare frutta, verdura di stagione e un cucchiaio di miele per una colazione super energizzante.

Per il mio benessere quotidiano non possono mancare le spremute Natura Buona con  100% succo e zero zuccheri aggiunti, zero conservanti e zero coloranti. Una linea di spremute pure di super frutti, come fatte in casa ma pronte da bere e  da mettere in borsetta per essere consumate facilmente in qualsiasi luogo e momento della giornata grazie al suo formato pocket. Le mie preferite? Zenzero, Mirtillo Nero e Rosso e Aloe Vera in spremuta di Uva.

 

 

 

Autore

Avete presente quando indossate quei leggins dal fit perfetto? GoWoman nasce per questo: trovare il proprio fit perfetto. Siete poi liberi di chiamarla dimensione interiore, luogo dove gettare le maschere ed essere se stessi. Ma il punto è un altro: costruire un blogzine dove gli utenti si sentano a proprio agio come quando mettono il loro paio di pantaloni preferito.