Come al solito in Asia sono sempre un passo avanti, sono loro di solito i primi ad inventare gli oggetti più strampalati. Talvolta però creano dei prodotti veramente rivoluzionari, come per il make up. E infatti è arrivato anche da noi il Cushion Foundation, ovvero il fondotinta-cuscino.  Una spugnetta imbevuta di prodotto, che si applica con un’altra spugnetta.

Il packaging è quello tipico dei fondi compatti o delle ciprie, ma all’interno ha un cuscinetto impregnato di prodotto in crema, non in polvere, e una spugnetta per applicarlo tamponandolo sul viso come faremmo con la cipria. Il risultato è come quello delle Bb cream, ovvero pelle levigata,  luminosa, opacizzata, idratata, protetta, proprio come l’incarnato perfetto a cui le donne asiatiche aspiranoAnche in Italia qualche casa cosmetica li ha già lanciati sul mercato, come Lancome e Kiko.

Oltre alla particolarità del packaging, i fattori positivi sono diversi:

giusto dosaggio del prodotto
– si può portare in giro per i ritocchi
– è facile e veloce da applicare
– quando termina, invece di riacquistare l’intera confezione, si può acquistare il refill

Secondo me è un prodotto interessante da provare, cosa ne pensate?

Alla prossima!

written by Lucia

Autore

Avete presente quando indossate quei leggins dal fit perfetto? GoWoman nasce per questo: trovare il proprio fit perfetto. Siete poi liberi di chiamarla dimensione interiore, luogo dove gettare le maschere ed essere se stessi. Ma il punto è un altro: costruire un blogzine dove gli utenti si sentano a proprio agio come quando mettono il loro paio di pantaloni preferito.

4 Commenti

  1. Io non capisco cosa cambia da un fondotinta normale. Anzi credo sia anche scomodo. Cmq da testare!

    • E’ una formula diversa dai normali fondotinta, ed anche l’effetto sulla pelle! Certo, poi bisogna provarlo per fare il confronto con quelli normali! 🙂

  2. maria grazia Rispondi

    Bisogna provarlo per dare un giudizio.Secondo me non è igienico in quanto la spugnetta ingloba un casino di batteri.

    • Certo, bisogna provarlo, magari la spugnetta si può lavare dopo uno o due-tre utilizzi. 🙂

Scrivi un commento