Una cena di gala tra le colline della Brianza per presentare Il Mondo delle Intolleranze. Perchè l’ intolleranza non deve essere più un problema ma piacere per una cucina sana e genuina, priva di controindicazioni e adatta a tutti.

Protagonisti tre grandi chef: Claudio Sadler, Tommaso Arrigoni e Carlo Molon con un menù senza lattosio, glutine e a basso contenuto di nichel.  A dimostrazione di come anche fuori di casa si possa mangiare con gusto e di come il mondo della ristorazione può e deve andare incontro a chi si confronta, a tavola, con le intolleranze alimentari.

Dare una nuova identità ad una cucina per “intolleranti” e non solo.

Un obiettivo ben riuscito anche al secondo appuntamento della Cena di gala con i grandi Chef, andato in scena il 30 marzo a Villa Patrizia tra le colline della Brianza a Bevera di Sirtori.
Partendo da un Cold roll  di benvenuto realizzato da Zia Ste, per poi proseguire con i piatti d’alta cucina dello Chef Claudio Sadler con Carpaccio di Salmone Scozzese Loch Fyne con foglie d’ostrica e finger lime, e Risotto con salsiccia Salumi Pasini e pistilli di zafferano ellenico Krokos Kozanis.
Impossibile dimenticare “Uovo a bassa temperatura con Parmigiano Reggiano e caviale Volzhenka”, e “Guancia di vitello con pure di sedano rapa e arachidi” dello Chef Tommaso Arrigoni. 
Per concludere la cena non potevano mancare i dolci dello Chef Carlo Molon, executive chef allo Sheraton di Como: “Bon Bon lime e menta con copertura al cioccolato fondente e erbe spontanee” e “Cremoso di mandorle alla soya con coulis di frutti rossi e frutti di bosco”.

La seconda Cena di gala #intolleranzafottiti è sicuramente un grande altro traguardo raggiunto da Tiziana Colombo e la sua associazione Il Mondo delle Intolleranze. Una realtà che aiuta con passione ad affrontare al meglio le conseguenze fisiche e psicologiche legate alla diagnosi di intolleranza alimentare.

Se avete perso il live Tweeting della serata non resta che leggere il racconto fatto a colpi di tweet dai blogger presenti alla cena di gala.  E se volete saperne di più basta seguire l’hashtag #intolleranzafottiti sui vari canali social.  O magari essere presente alla prossima imperdibile cena in data 8 maggio per “gridare” insieme Intolleranza fottiti.

Autore

Se nella botte piccola si trova il vino buono, dentro di me scorre Brunello di Montalcino. Il pc è il mio compagno ideale, oltre a non russare e far briciole, mi aiutat durante la laurea in graphic design e a iniziare la mia avventura con www.gowoman.it. Social blogzine che ho fondato nel 2013, da una donna per le donne( e non). Quando non scrivo di moda, arte, tendenza e attualità con le mie collaboratrici, partecipo a eventi e cerco di non fermarmi. Se non per dormire. Tutto il resto è da scoprire!!

Scrivi un commento