«È quasi impossibile individuare con esattezza l’inizio di una moda. Quando una tendenza comincia a sembrare una moda, ormai non ha più origini chiare e il tentativo di rintracciarle nel passato risulta di gran lunga più difficile che non, poniamo, trovare le sorgenti del Nilo»

Questo è il parere di Constance Elaine Trimmer Willis, affermata scrittrice statunitense. Eppure in qualche caso andare alla ricerca dell’origine di una moda può portare buoni frutti.

Pensate ad esempio al cardigan, recentemente tornato di moda.

Se pensate che si tratti di un semplice maglioncino aperto sul davanti, vi sbagliate di grosso. Chiunque sia minimamente addentro alla questioni della moda sa che i capi cult, quelli che dopo anni di risposo tornano sulle passerelle, hanno spesso alle spalle storie decennali, aneddoti e curiosità.

James Brudenell, VII conte di CardiganÈ proprio il caso del cardigan, il maglioncino bon ton, che prende il nome nientemeno che da James Brudenell, VII conte di Cardigan. L’ufficiale ebbe una vita decisamente travagliata di cui i biografi ricordano battaglie sia pubbliche che private. Comandante della Brigata della Cavalleria Leggera durante la Guerra di Crimea, il conte di Cardigan è famoso per aver esagerato le sue gesta in battaglia, per il tumultuoso rapporto con le donne e, appunto, perché era solito indossare una giacca aperta sul davanti. Era forse il primo cardigan della storia. Siamo nella prima metà dell’Ottocento e da allora questo indumento ne ha fatta di strada.

Il cardigan nasce dunque come una giacca da uomo. Con il trascorrere del tempo la comodità di questo indumento ne ha fatto un must anche per l’abbigliamento da donna. Negli anni Trenta del Novecento diventa di moda il twin set, un capo ormai classico composto da un cardigan e un maglioncino in tinta. A indossarlo sono le più grandi dive della storia come Marilyn Monroe e Grace Kelly, esportandolo in tutto il mondo come un emblema di femminilità.

Negli ultimi anni cardigan e twin set, ritenuti poco alla moda, sono spariti dagli armadi. Se fino a poche stagioni fa il cardigan era considerato il classico capo da nonna, oggi i più grandi marchi presentano sulle passerelle maglioncini aperti sul davanti di diverse lunghezze e colori, svecchiati e assolutamente cool. Il diffondersi di una vera e propria cultura vintage ha inoltre favorito il ritorno di un indumento che sembrava ormai dimenticato.

Quali sono dunque le proposte per la nuova stagione? Basta navigare in internet, tra i vari siti d’abbigliamento online (TrymeShop, Privalia, Zalando, Yoox, ecc.) e troveremo cardigan dei migliori marchi, la più ampia scelta di modelli e la possibilità di fare comodamente shopping da casa. Su Trymeshop ad esempio troveremo non solo un catalogo vastissimo ma anche grande disponibilità in fatto di taglie. Magrissime o delle pin-up, con un cardigan farete di certo la vostra bella figura.

La moda, è evidente, non si limita a riportare in auge vecchi indumenti. Per quanto sia di certo cool indossare il cardigan della nonna o del nonno, se non state attenti rischierete di risultare come minimo anacronistici. Se non volete che vi scambino per vostra zia è quindi preferibile acquistare modelli più freschi, magari scelti tra quelli sfilati recentemente sulle passerelle.

cardiganok

La collezione donna primavera-estate 2014 propone cardigan piuttosto lunghi, da indossare su gonne e pantaloni ma anche su calze o gambe nude. Da abbinare con stivaloni stile cowboy, il cardigan 2014 è a fantasia e piuttosto abbondante. Se preferite qualcosa di più classico nei negozi troverete anche modelli più sobri, avvitati e in colori neutri. Se non volete passare inosservate ma avete timore di osare troppo, scegliete un cardigan classico, ma acquistatelo in un colore sgargiante o, magari, non a tinta unita.

La collezione uomo primavera-estate 2014 continua il percorso hipster che ha proprio nel cardigan uno dei suoi capi più importanti. Acquistatene in più colori e abbinateli con una t-shirt a fantasia o, più semplicemente, con una camicia. Per gli amanti dl vintage sono disponibili anche modelli stile giacca da camera, con colli sciallati e punti di maglia piuttosto grossi.

written by Ciro Campanile

Autore

Se nella botte piccola si trova il vino buono, dentro di me scorre Brunello di Montalcino. Il pc è il mio compagno ideale, oltre a non russare e far briciole, mi aiutat durante la laurea in graphic design e a iniziare la mia avventura con www.gowoman.it. Social blogzine che ho fondato nel 2013, da una donna per le donne( e non). Quando non scrivo di moda, arte, tendenza e attualità con le mie collaboratrici, partecipo a eventi e cerco di non fermarmi. Se non per dormire. Tutto il resto è da scoprire!!

Scrivi un commento