fbpx

Questo, si sa, è periodo di pulizie di primavera. Ma non vale solo per la nostra casa! Anche il nostro corpo necessita di cure per affrontare al meglio il risveglio primaverile.
Per un regime detox ci basterà seguire altri semplici accorgimenti come eliminare caffè, tè, sigarette e cibi ad alto contenuto di grassi saturi e zuccheri raffinati; fare passeggiate all’aria aperta in campagna ed esporsi almeno 15 minuti al sole ogni giorno; bere acqua e succhi di frutta e verdura fresca lontano dai pasti; limitare il consumo di sale; fare il pieno di verdura fresca e soprattutto a foglia verde, ricca di sostanze alcalinizzanti; dormire almeno 8 ore al giorno e respirare profondamente, magari seguendo le tecniche dello yoga, per ossigenare il sangue.
La cosa più importante resta comunque sperimentare un senso di benessere anche mentale, riuscendo ad ascoltare i segnali del nostro corpo, per affrontare con più serenità e carica le situazioni di ogni giorno.

Possiamo iniziare, in ogni caso, a piccoli passi. Il primo può essere quello di affidarci a centrifugati e frullati per il detox di primavera. Una buona abitudine, che comunque vale tutto l’anno, è infatti bere succhi di frutta e verdura freschi a digiuno.
Questa pratica risulta molto utile per eliminare le tossine dalla nostra dieta, depurarsi e ricaricarsi di vitamine e minerali.

Ma che differenza esiste tra  centrifugato e frullato? Nel primo caso beviamo solo la parte liquida della frutta e della verdura, scartando, con la centrifuga, la parte fibrosa. Questo permette di alleggerire il lavoro del sistema digestivo facilitando all’organismo la rapida assimilazione dei principi nutritivi; ecco perché è bene non abusare di mix di sola frutta per evitare che gli zuccheri in essa contenuti entrino immediatamente in circolo causando un picco glicemico.
Nel secondo caso, invece, la polpa, che viene triturata nel frullatore, viene consumata insieme al succo, mantenendo l’apporto di fibre. La digestione e l’assimilazione risulta, di conseguenza, più lenta rispetto ai centrifugati; il senso di sazietà è comunque molto maggiore e le fibre, che si comportano come una scopa nel nostro intestin,o ci aiutano a mantenerlo pulito.

In entrambi i casi sarebbe comunque sempre meglio scegliere frutta e verdura di stagione, possibilmente proveniente da agricoltura biologica e lavarla bene prima di adoperarla. I succhi e i centrifugati vanno poi consumati immediatamente, per evitarne l’ossidazione.

Con un po’ di fantasia si possono mixare vari ingredienti e sperimentare ogni volta nuove combinazioni, sempre con un occhio alle diverse composizioni nutrizionali della frutta e della verdura che andiamo a unire.

Per iniziare a prendere confidenza con questa buona abitudine vi propongo una ricetta per un centrifugato molto utile in vista dell’estate, che oltre ad avere proprietà depurative, inizia a preparare anche la nostra pelle per l’abbronzatura estiva:

Ingredienti:

  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 mela
  • 1 spicchio piccolo di zenzero fresco

Passare il tutto nella centrifuga e bere immediatamente!

Photocredit: stationvegan.com

Author

Lavoro nell'ecommerce, parlo quattro lingue, studio antropolgia e sono cresciuta con una sorella "miss" (con tutti i traumi che ciò comporta), ma ancora non mi hanno fatta santa. Se aggiungo che amo gli animali (quindi non li mangio) e che il mio più grande desiderio è la pace nel mondo, almeno la beatificazione sarà vicina?

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.